REGISTRATI ACCEDI
Cerca foto e video
Cerca notizie
Sei già registrato?
ACCEDI
Password dimenticata?

Non sei ancora registrato?

Registrati inserendo i tuoi dati.
La registrazione è semplice e gratuita!

REGISTRATI ORA
REGISTRAZIONE
REGISTRATI
Home  |  News  |  Wellness

L'OMEGA 3: un potente alleato contro diabete, obesità, infiammazioni intestinali

Wellness 15 Set 2017
Uno studio dell'Università di Nottingham e del King's College London ha dimostrato come una alimentazione ricca di Omega 3 aumenta la presenza nell'intestino di batteri che aiutano l'organismo a combattere importanti problematiche
Nelle carni del salmone e del pesce azzurro è molto alta la presenza di Omega 3

Il salmone un alleato per il nostro intestino. Questa accoppiata che può sembrare surreale in realtà si basa su un fondamento scientifico. Vale a dire: il salmne contiene nelle sue carni dosi importanti di Omega 3 che aiuta appunto il benessere intestinale.

Questa sostanza infatti facilità la creazione di una diversità di composizione del microbioma, vale a dire il “patrimonio batterico” dell'intestino, e questo può offrire molti vantaggi per la salute: meno rischio di obesità, malattie infiammatorie, come la colite o il morbo di Chron, e di diabete.

A confermarlo è una ricerca dell'Università di Nottingham e del King's College London, che è stata pubblicata sulla rivista Scientific Reports.

Gli scienziuati hanno preso in visione 876 donne approfondendo in particolare quanti acidi grassi Omega 3 assumessero col cibo. Sono stati misurati i livelli di Omega 3 nel sangue: è emerso che con più alti livelli di assunzione di questi acidi grassi nella dieta migliorava appunto la diversità del microbioma intestinale, in particolare arricchito con i batteri della famiglia delle Lachnospiraceae.

Batteri specifici legati a un minore rischio di obesità e a una minore infiammazione risultavano aumentati nelle persone con una maggiore assunzione di acidi grassi Omega 3.

E’ stato inoltre rilevato la presenza di questa sostanza nel sangue è correlata con alti livelli di un composto, N-carbamilglutamato (NCG), nell'intestino che negli animali ha dimostrato di ridurre lo stress ossidativo intestinale.

Aggiungi un commento

Per commentare devi essere loggato, accedi oppure registrati.

Commenti
Non ci sono ancora commenti!

foto & video
Mercurio magazine

Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato su articoli offerte e promozioni

© 2017 MERCURITALY SRL | Tutti i diritti riservati | C. F. e P. IVA 14303921002 Credits

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più