REGISTRATI ACCEDI
Cerca foto e video
Cerca notizie
Sei già registrato?
ACCEDI
Password dimenticata?

Non sei ancora registrato?

Registrati inserendo i tuoi dati.
La registrazione è semplice e gratuita!

REGISTRATI ORA
REGISTRAZIONE
REGISTRATI
Home  |  News  |  Viaggi&Turismo

Una guida ci porta alla scoperta dei BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA

Viaggi&Turismo 04 Mag 2018
Il libro è stato presentato Associazione "I Borghi più belli d'Italia", sescrive luoghi unici e "slow" che custodiscono lo stile di vita italico, emblemi di una bellezza nascosta ma preziosa. E per i borghi il 2017 è stato un anno di grande incremento delle presenze
Il comune di Spello in provincia di Perugia
La guida presenta 279 borghi certificati

E’ un vero è proprio boom di presenze quello fatto registrare dai 279 borghi disseminati da Nord a Sud del Belpaese. La loro storia, le loro bellezze, le loro tradizioni sono raccontati dalla “Guida Ufficiale I Borghi più belli d'Italia”, edita da SER a Roma e giunta alla 13ª edizione.

La guida è stata presentata dall'Associazione "I Borghi più belli d'Italia", descrive luoghi unici e "slow" che custodiscono lo stile di vita italico, emblemi di una bellezza nascosta ma preziosa: nelle 672 pagine 2.000 fotografie, 1.500 eventi, 279 borghi certificati, oltre 8.000 operatori economici, più di 800 tra piatti e prodotti tipici, 450 musei e gallerie d'arte, e un francobollo, quest'anno dedicato ad Asolo.

Uno strumento per accompagnare gli appassionati che scelgono di visitarli tra monumenti e opere d'arte, stili architettonici, splendidi paesaggi, feste, eventi, produzioni artigianali ed eccellenze enogastronomiche, e antiche tradizioni che caratterizzano questi comuni.

Dicevamo del successo riscontrato dai borghi: le presenze turistiche del 2017 sono cresciute di 24 milioni di unità rispetto al 2016. Nei 279 piccoli comuni presi in esame (che rappresentano il 4.3 per cento del territorio nazionale, con 1 milione e 100 mila abitanti) è aumentata anche l'offerta ricettiva, con 191 mila posti letto in 7.330 esercizi ricettivi. Nei borghi il turismo è più italiano che internazionale e non ha la caratteristica del "mordi e fuggi", perché si registra infatti una media di 3,8 giorni di permanenza.

 Nonostante spesso si confrontino con ristrettezze economiche questi piccoli centri sono attivissimi e ricchi di cultura e bellezza (oltre il 60 per cento dei borghi possiede un museo, per un totale di 242 tra musei, gallerie e collezioni e 39 monumenti).

"I borghi - afferma Fiorello Primi, presidente dell'Associazione "I Borghi più belli d'Italia" - rappresentano un'Italia diversa da quella più conosciuta, dove si preserva lo stile di vita italiano. A noi piace considerare i turisti che li visitano come dei veri investitori nella bellezza italiana, perché con la loro presenza contribuiscono a mantenere vive le attività dei borghi".

Ecco allora siete pronti a scoprire Rocca Imperiale (Cs), il cui vanto sono i limoni dall'eccezionale profumo; San Ginesio (Mc), piena di effigi del santo patrono, Castelmola (Me), l'acropoli di Taormina, splendida terrazza con vista sul mare; Castel San Pietro Romano (Rm), dove nel 1953 Luigi Comencini ambientò “Pane, amore e fantasia”....

Aggiungi un commento

Per commentare devi essere loggato, accedi oppure registrati.

Commenti
Non ci sono ancora commenti!

foto & video
Mercurio magazine

Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato su articoli offerte e promozioni

© 2017 MERCURITALY SRL | Tutti i diritti riservati | C. F. e P. IVA 14303921002 Credits

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più